Acne: migliora la tua pelle,
cambia aspetto al tuo viso

Tutto quello che ti serve sapere sull’acne, le sue varie forme e i trattamenti per risolverla

trattamento acne_medlight

Quasi tutti durante l’adolescenza hanno avuto una forma anche lieve di acne: pelle ricoperta di papule, pustole, comedoni e cisti. Tipico della pubertà, questo disturbo, coinvolge le ghiandole pilosebacee della pelle e lascia spesso come ricordo delle cicatrici, anche particolarmente profonde e visibili. L’acne però non colpisce solamente durante l’adolescenza, può comparire anche nelle persone adulte che sviluppano una pelle con tendenza acneica.

Come riconoscere, dunque, i vari tipi di acne? Come combatterla?

I vari tipi di Acne

  • Comedonica: caratterizzata dalla presenza di punti neri (comedoni). Può essere lieve, con pochi punti neri sulla fronte o sul naso, oppure grave, presentando l’intero volto e la schiena coperti di punti neri.
  • Papulo – Comedonica: coinvolge generalmente il viso e la schiena. Provoca punti neri, punti bianchi, brufoli e rigonfiamenti arrossati e dolenti.
  • Papulo – Pustolosa: la più frequente durante l’adolescenza, colpisce principalmente il viso. Consiste in un insieme di papule e pustole e rende la pelle rossa e infiammata.
  • Pustolosa: causa infiammazione diffusa e l’insorgere di un gran numero di pustole (vescicole circoscritte ricoperte di pus).
  • Pustolo – Cistica: oltre alle papule e alle pustole, provoca anche la presenza di cisti, ovvero lesioni indurite sottocutanee contenenti sebo e altro materiale. Nel caso in cui le cisti siano presenti in gran numero, si parla di acne cistica.
  • Conglobata: può comparire sia durante la pubertà che durante l’età adulta e colpisce viso, collo e schiena. Provoca un’aggregazione dei comedoni che causa lesioni: il rischio di cicatrici è considerevole.
  • Acne tarda: Compare in età adulta (dopo i 25 anni) e colpisce principalmente le donne. Viene scatenata dallo stress e dai cambiamenti ormonali del ciclo mestruale, della gravidanza e della menopausa.

Trattamenti consigliati

Kleresca

Uno dei trattamenti più efficaci contro i vari tipi di acne, anche i più gravi, è la terapia biofotonica, tecnica utile a migliorare sensibilmente la qualità della pelle del paziente in tutta sicurezza. Perfetta per trattare sia l’acne in fase attiva che le cicatrici, questa metodica si basa sull’innovativa tecnologia dell’apparecchiatura Kleresca, disponibile solo in 10 centri in Italia, tra cui l’Istituto Medlight.

Lo speciale gel utilizzato nel trattamento viene attivato da una luce LED a lunghezza d’onda variabile e stimola la cute ad auto ripararsi, eliminando i batteri e favorendo la produzione di collagene.

Due sedute settimanali, distribuite in un periodo di sei settimane, sono sufficienti per avere nuovamente una pelle lisca e libera dall’acne.

Hydrafacial

Il trattamento è indicato per per combattere le infezioni acneiche e purificare la pelle nel profondo.

La tecnica, indolore e non invasiva, prevede un mix di microdermoabrasione, pulizia profonda, peeling e idratazione.

Una seduta di Hydrafacial prevede quattro fasi (esfoliazione, peeling, estrazione e idratazione), regola la produzione di sebo, ha un effetto antibatterico e antinfiammatorio.

Provare per credere: già dopo la prima seduta l’aspetto della pelle apparirà più sana, e dopo quattro sedute il risultato sarà ottimale.

 

Se hai problemi di acne, contattaci per prenotare una visita: gli specialisti di Medlight analizzeranno il tuo caso e ti proporranno il trattamento migliore per la tua pelle. Compila il modulo oppure chiamaci al 055 410180