Prenota onlineDoctolib

Mastoplastica additiva

Aumento chirurgico del volume del seno attraverso l'inserimento di protesi di silicone.

Mastoplastica additiva Firenze

La mastoplastica additiva è un intervento di chirurgia estetica che ha come obiettivo l’aumento del volume del seno: ciò avviene attraverso l’inserimento di speciali protesi di silicone all’interno delle mammelle.

Si tratta di uno degli interventi estetici più richiesti e può essere effettuato su pazienti adulte di qualsiasi età, purché in buone condizioni di salute.

Cosa spinge una donna a rifarsi il seno?
I motivi possono essere molteplici, dalle piccole dimensioni naturali allo svuotamento e perdita di elasticità e tonicità dei tessuti. Alla base di questa scelta molto spesso c’è la necessità di ritrovare la propria autostima e femminilità, per stare di nuovo bene con se stesse e in mezzo agli altri. Secondo recenti studi statistici, la mastoplastica additiva è l’intervento di chirurgia plastica a fini estetici più richiesto nel mondo, ma anche nel nostro Paese: sono oltre 50mila le donne che ogni anno in Italia decidono di sottoporsi a questa operazione.
La mastoplastica additiva è un intervento di chirurgia estetica che ha come obiettivo l’aumento del volume del seno: ciò avviene attraverso l’inserimento di speciali protesi di silicone all’interno delle mammelle. Può essere effettuato su pazienti adulte di qualsiasi età, purché in buone condizioni di salute. Per legge non può essere effettuata a minori di 18 anni, salvo nei casi in cui si presenti una patologia.

Perché aumentare le dimensioni del seno

I naturali mutamenti del corpo, importanti variazioni di peso, gravidanze e allattamenti, o anche traumi di varia natura: sono tutte condizioni che possono portare la donna a non sentirsi a proprio agio con il proprio seno e a non poter esprimere la propria femminilità con gioia e sicurezza.

Grazie all’intervento di mastoplastica additiva è possibile aumentare le dimensioni di un seno troppo piccolo o di correggere un’asimmetria, in modo tale che il seno assuma un aspetto e una forma armoniosa e in linea con il profilo corporeo, oppure ricostruire un seno a seguito dell’asportazione di un tumore.

Prima dell’intervento

Prima di affrontare l’intervento di mastoplastica additiva, la paziente dovrà sottoporsi ad una visita specialistica preliminare con il chirurgo plastico che valuterà la condizione di partenza ed effettuerà una valutazione clinica ed una serie di esami di routine – tra cui elettrocardiogramma, radiografia del torace ed esami ematochimici oltre all’ecografia mammaria – per verificare che si posa procedere con l’operazione. La scelta delle protesi è un passo decisivo molto importante che condizionerà la buona riuscita dell’intervento.

In commercio esistono diversi tipi di protesi che si differenziano per forma, superficie e materiale. Sarà il chirurgo plastico a scegliere quella che meglio si adatta non solo alla volontà del paziente ma anche alla sua conformazione fisica e alle caratteristiche dei tessuti, cercando di mantenere un aspetto più naturale possibile.

Come avviene l’intervento di mastoplastica additiva

L’intervento ha una durata che varia, a seconda della tecnica chirurgica utilizzata, dai 40 ai 90 minuti.

L’inserimento può avvenire con accesso sottomammario, nella parte inferiore del seno e la cicatrice residua rimane nascosta all’interno della piega naturale del seno oppure con l’accesso periareolare, la protesi mammaria viene inserita dal bordo inferiore dell’areola del capezzolo, senza lasciare segni visibili sulla pelle. La protesi può essere posizionata o dietro il muscolo pettorale o dietro la ghiandola: il chirurgo deciderà il suo collocamento a seconda delle caratteristiche e della conformazione originaria del seno e dei tessuti della paziente.

Dopo l’operazione

Nel decorso post operatorio la paziente effettuerà esami e visita di controllo con il chirurgo plastico, per poi lasciare la struttura nella giornata stessa dell’intervento e fare ritorno a casa. I giorni successivi all’operazione dovrà rimanere a riposo assoluto, seguendo la terapia prescritta dallo specialista e per un periodo da lui indicato utilizzare fasce o specifici reggiseni anatomici che proteggono il seno e fanno sì che mantenga una posizione corretta, evitando di indossare abiti rigidi e troppi aderenti, preferendo un abbigliamento più ampio, comodo e traspirante. La paziente dovrà inoltre evitare sforzi per le prime settimane, limitando le attività faticose che coinvolgono e sollecitano la parte muscolare interessata ed evitando tutti quei movimenti che implicano l’utilizzo della forza con le braccia e che potrebbero tirare la pelle del seno. Inoltre, periodicamente, dovrà recarsi dal chirurgo plastico per le visite di controllo.

I risultati dell’intervento

I risultati di un intervento di mastoplastica additiva sono definitivi e permanenti, sempre che vengano utilizzati impianti mammari di marchi leader e fatto salvo l’insorgenza di complicazioni di diversa natura. Va ricordato tuttavia che il seno, con il trascorrere del tempo, è comunque soggetto a naturali modificazioni e che a distanza di 10-15 anni potrebbe rendersi opportuno un nuovo rimodellamento con la sostituzione delle protesi.

EQUIPE

Richiedi informazioni o consulto senza impegno

Compila il modulo per richiedere informazioni o fissare un primo consulto senza impegno.



    I tuoi dati sono protetti: privacy policy. La richiesta di informazioni è gratuita e non impegnativa.
    Torna su