Angiomi, fibromi e cheratosi

Angiomi, Fibromi e Cheratosi sono piccole neoformazioni cutanee di solito benigne. Le Cheratosi Seborroiche vanno però distinte dalle Cheratosi Solari che sono invece dei veri tumori cutanei.

E’ possibile riconoscere queste lesioni con una visita dermatologica specialistica, in cui il dermatologo potrà consigliare al paziente l’approccio più adeguato.

La loro rimozione può avvenire tramite tecnica chirurgica o attraverso l’utilizzo del laser, in modo sicuro, senza lasciare cicatrici e nella maggior parte dei casi in un’unica seduta.

Cosa sono e come riconoscerli

  • Angioma: neoformazione benigna che può comparire in ogni zona del corpo; si presenta sotto forma di macchia rosso-violacea di varie forme e dimensioni
  • Fibroma: escrescenze cutanea benigna che nasce dal tessuto connettivo fibroso del derma e che si protende verso l’esterno
  • Cheratosi Solari: alterazioni della cute che si manifestano dopo anni di esposizione al sole. Si tratta di lesioni per lo più piccole che si presentano come zone ruvide e squamose di color rosa e con aspetti infiammatori.
  • Cheratosi Seborroiche: sono escrescenze della cute di color carne, marrone o nerastre, con una superficie cerea, verrucosa o squamosa. Talvolta possono essere confuse col Melanoma.Tutte queste neoformazioni possono essere trattate con i laser chirurgici CO2 e Erbium.

I vantaggi del trattamento laser

E’ compito del dermatologo fare diagnosi di ogni neoformazione minimamente sospetta e decidere la tecnica di intervento. Alcune di queste lesioni, se di natura superficiale, possono essere asportate con il laser.

I vantaggi che si possono avere rispetto l’utilizzo di una tecnica chirurgica con bisturi sono:

  • precisione, senza danneggiare la cute circostante
  • cicatrici poco visibili
  • ridotto sanguinamento
  • tempi di guarigione ridotti