Discromia della pelle: il colore bianco svela la vitiligine

I colori della pelle parlano di noi e del nostro corpo | Parte 4

Vitiligine

Sintesi di tutti i colori, il bianco è il colore che identifica la vitiligine. Si tratta di un disturbo della pigmentazione causato dalla distruzione dei melanociti (le cellule che producono il pigmento) della pelle. Questa patologia causa la comparsa di chiazze bianche in varie parti del corpo: la decolorazione inizia e si distribuisce progressivamente su dita delle mani, piedi, polsi, gomiti, ascelle, fino a zone più estese come la schiena, ma può arrivare a colpire anche le mucose (occhi, bocca, naso). Talvolta, anche i capelli che crescono in un’area colpita da vitiligine diventano bianchi.

Cosa provoca la comparsa della vitiligine?

La vitiligine compare quando i melanociti, che sono i responsabili della colorazione della pelle vengono distrutti. La causa è molto probabilmente autoimmunitaria. Talvolta l’andamento della vitiligine è famigliare ed i figli dei soggetti affetti hanno maggiori probabilità di soffrirne: statisticamente circa un quinto dei pazienti ha almeno un parente stretto che è a sua volta interessato dal disturbo. In ultima analisi, è opinione comune che la condizione derivi probabilmente da una complessa combinazione di fattori genetici e ambientali, la maggior parte dei quali forse non ancora identificati. Fa la sua comparsa in genere prima dei 40 anni e tende a progredire in modo intermittente nel corso della vita del paziente. Produce una decolorazione fortemente simmetrica nella sua distribuzione, ossia simile su entrambi i lati del corpo (per esempio una macchia sul braccio probabilmente sarà sovrapponibile a una presente sull’altro arto).

Non è purtroppo possibile guarire e non esiste un approccio unico per tutti i pazienti, che dovranno invece trovare la terapia più adatta al proprio caso di concerto con lo specialista dermatologo.

Come convivere con la vitiligine

Benché la vitiligine non sia generalmente un’affezione pericolosa, può avere conseguenze emozionali e psicologiche importanti nella vita di chi ne è affetto. Le chiazze bianche della vitiligine possono ripercuotersi sull’autostima e sul benessere psichico del soggetto. Gli individui con vitiligine possono subire stress emozionali, specialmente se la condizione si sviluppa in zone visibili del corpo (viso, mani, braccia e piedi) o sui genitali. Gli adolescenti, spesso particolarmente preoccupati del loro aspetto, possono sentirsi devastati da una vitiligine diffusa. Alcuni soggetti reagiscono sentendosi in imbarazzo, vergognandosi, deprimendosi o preoccupandosi della reazione degli altri.

Per fortuna esistono vari modi per aiutare i portatori di vitiligine. Alcuni pazienti hanno riscontrato che l’uso di cosmetici che mascherano le chiazze migliorano il proprio aspetto e sono di aiuto nello stare meglio con sé stessi. L’obiettivo fondamentale del trattamento è la riduzione del contrasto tra l’area colpita e la pelle sana.

Per quanto riguarda invece il percorso terapeutico da percorrere con il proprio dermatologo, la scelta dipende da numero, sede e dimensioni delle chiazze, da quanto diffuse sono e dalle preferenze individuali. Ciascun paziente reagisce alla terapia a modo proprio, quindi uno specifico trattamento può non funzionare su tutti. Le attuali alternative comprendono farmaci, interventi chirurgici e terapie ausiliarie (impiegate a supporto di trattamenti chirurgici o medici).

Le persone con vitiligine, infine, devono ricordarsi di proteggere sempre la pelle dal sole ogni volta che sono all’aperto, dato che possono bruciarsi più facilmente: l’esposizione ai dannosi raggi ultravioletti (UV) del sole aumenta il rischio di cancro della pelle, compreso il melanoma, la forma più mortale. Si deve sempre preferire una crema solare resistente all’acqua ad ampio spettro con un SPF di 30 o superiore, da applicare ogni due ore quando il soggetto con vitiligine si trova all’aperto o dopo aver nuotato o sudato. Inoltre, se si ha un tono della pelle chiaro, l’abbronzatura può rendere la tua vitiligine più pronunciata aumentando il contrasto tra il colore naturale della pelle e le macchie chiare.

 

In presenza di questa patologia si consiglia di rivolgersi ad un dermatologo per effettuare un’adeguata diagnosi ed intervenire con la corretta terapia. Contattaci al numero 055410180 per fissare una valutazione specialistica o compila il form qui.

Condividi sui Social