Checklist per la corretta esposizione solare

Godersi il sole fa bene ed è un’ottima abitudine: impariamo a farlo nel modo giusto.

esposizione_solare

Partiamo da un semplice presupposto: la luce del sole non fa male a prescindere. A sentir parlare di pelle secca, disidratazione, rischi e ustioni ogni volta che l’estate inizia, si potrebbe essere indotti a pensarlo. La luce solare, se gestita nel modo giusto, porta benefici sia al corpo che alla mente.

Chiaramente dei rischi da non sottovalutare esistono: il sole può causare ustioni, rughe sottili, macchie scure su viso e mani come il melasma, ma se seguiamo alcune semplici accortezze prima di passare le giornate al mare o fare una passeggiata in montagna possiamo abbronzarci senza pensieri e preoccupazioni.

Per fare questo, ho stilato un elenco di punti che ci aiutino a prendere il sole in modo sicuro.

 

1- Teniamo d’occhio i nei

L’autoesame dei nei è fondamentale e andrebbe eseguito periodicamente durante tutto l’anno, anche d’inverno. Ogni cambiamento sospetto dello stato di un neo andrebbe sottoposto all’esame del dermatologo. Consiglio di eseguire il test ABCDE per individuare tempestivamente qualsiasi lesione sospetta e sottoporsi ad una regolare mappatura dei nei con il vostro dermatologo di fiducia.

Per avere tutte le info sulla mappatura dei nei e prenotare una visita dermoscopica cliccate qui.

 

2- Non sopravvalutiamo la nostra carnagione

Chiaramente, chi possiede una pelle scura si scotta meno facilmente di chi ha la pelle chiara: questo perché il suo corpo produce più melanina (il pigmento che protegge la pelle dall’azione nociva dei raggi ultravioletti e ci fa abbronzare). Questo non significa che una persona dal fototipo scuro possa “abbronzarsi selvaggiamente”, anzi: tutte le carnagioni subiscono lo stesso effetto nocivo dai raggi solari (arrossamenti, ustioni, macchie scure, rughe) se non vengono protette nel modo giusto. Difendiamo quindi sempre la nostra pelle, che sia chiara o scura.

 

3- Scegliamo la giusta protezione

Creme e lozioni solari offrono diversi gradi di difesa dal sole. Ovviamente, una protezione alta (dal 50 in su) è da preferire quando torniamo in spiaggia dopo i mesi invernali: man mano che ci abbronziamo possiamo passare progressivamente a protezioni 30, ma non inferiori.

Va considerata però una cosa fondamentale: le creme solari ci difendono dai raggi UV ma non sono degli scudi impenetrabili: vanno riapplicate regolarmente, soprattutto dopo i bagni in mare o in piscina, anche se stiamo sotto l’ombrellone (che non protegge al 100% dai raggi UV).

Ricordiamoci anche un’altra cosa molto importante: le creme solari dell’estate scorsa hanno perso la maggior parte del loro potere difensivo: gettiamole e acquistiamone di nuove per proteggerci al meglio.

 

4- Controlliamo orario e durata dell’esposizione

L’abbronzatura senza regole è quanto di più dannoso possiamo fare alla nostra pelle. Dobbiamo imparare a goderci il sole estivo nel modo giusto. Innanzitutto, evitiamo le ore centrali del giorno (dalle 12 alle 15) e preferiamo la mattina presto o il tardo pomeriggio, quando i raggi solari sono meno intensi.

Anche la durata dell’abbronzatura va regolata: non stiamo immobili per ore sotto al sole, ma prendiamoci pause frequenti per fare una nuotata o riposare all’ombra.

 

5- Manteniamoci idratati

Una pelle ben idratata si difende meglio dai raggi UV e, soprattutto, mantiene più a lungo l’abbronzatura. Beviamo quindi molta acqua fresca e scegliamo alimenti ricchi di fibre, vitamine e sali minerali che nutrono la pelle e stimolano la produzione di melanina. Qualche esempio? Carote, albicocche, agrumi, melone, pomodori, finocchi: cibi freschi e piacevoli da gustare anche sotto l’ombrellone. Non dimentichiamo, poi, di utilizzare lozioni e prodotti doposole per nutrire la pelle dopo l’esposizione e difenderla dalla comparsa di macchie e arrossamenti.

 

Questi pochi accorgimenti sono sufficienti per abbronzarsi serenamente e mantenere la pelle sana. Se avere dubbi o curiosità, oppure desiderate sottoporvi ad un check-up dei nei, non esitate a chiamarci al 055 410180 o a contattarci cliccando qui.

Condividi sui Social