Subcision: il trattamento anti cellulite permanente

Caratteristiche e risultati del trattamento subcision, la tecnica mini-invasiva per la cura della cellulite.

Subcision cellulite

La tecnica subcision è un trattamento mini invasivo per il trattamento della cellulite, soprattutto quando si trova negli stadi più avanzati (cellulite fibrosa e sclerotica). Il termine “subcision” significa chirurgia sottocutanea senza incisioni e si tratta di un procedimento, messo a punto in Brasile, che permette di migliorare l’aspetto della cellulite “a buccia d’arancia”.

Come funziona il trattamento Subcision

Il trattamento Subcision prevede l’utilizzo di un particolare strumento chiamato ago di NoKor caratterizzato dalla presenza di un piccolo bisturi sulla punta. Durante la procedura, eseguita con anestesia locale, grazie a questo particolare ago vengono rotte le briglie fibrose sottocutanee ed il sanguinamento che ne consegue comporta la successiva riparazione tissutale con conseguente riduzione dell’aspetto a buccia d’arancia.

Il trattamento viene eseguito in regime ambulatoriale, ha una durata molto breve (di alcuni minuti) e non richiede alcuna particolare preparazione della cute.

Al termine della procedura si consiglia di indossare una guaina compressiva o delle calze a compressione graduata per 20-30 giorni dopo l’intervento. I lividi e le ecchimosi post-trattamento si riassorbono gradualmente nel corso nei successivi giorni.

Risultati definitivi

I benefici del trattamento subcision sono immediatamente visibili attraverso un generale miglioramento dell’aspetto della cellulite del 60-80%. Successivamente all’intervento, a causa del processo riparativo che si innesca, a livello locale si verifica una generazione di nuovo tessuto che garantisce la stabilità del risultato.

L’entità del miglioramento ottenuto sulla pelle “a buccia d’arancia” dipende, oltre che dalla situazione da trattare (nei casi di cellulite fibrosa, per esempio possono essere necessarie più sedute di trattamento prima di raggiungere una correzione soddisfacente) anche dall’esperienza di chi lo esegue: tanto maggiore è quest’ultima, quanto più efficace sarà il trattamento.

Per eseguire correttamente la procedura è infatti richiesta una precisa conoscenza dell’anatomia del tessuto adiposo e del sottocute da trattare. Nessuna macchina è in grado di avere la stessa sensibilità di un operatore esperto.

La mia esperienza dal Brasile

Ho imparato questa tecnica in Brasile direttamente da colei che per prima ne ha dimostrato l’efficacia nel trattamento della cellulite, la Dott.ssa Doris Hexsel che mi ha insegnato i segreti per eseguirla in maniera ottimale. Personalmente effettuo questo trattamento da oltre 15 anni.

Condividi sui Social